Un Cesto per le Bomboniere

cesto per bomoniere

Articolo letto 1862 volte

Le bomboniere dove le metto?

Il cesto dimostra di essere un’ottima soluzione e, cosa buffa, si continua a chiamarlo così anche quando non ha la forma di un cesto.

Si tratta sempre più spesso di strutture, realizzate nei materiali più disparati, su cui fissare i sacchetti con i confetti.

Le bomboniere rivestono un ruolo particolare nella lista dei preparativi dei nostri eventi. Bisogna però inventarsi il modo di trasportarle, ma soprattutto di esporle, negli ambienti adibiti ai ricevimenti, in modo elegante e creativo.

In occasione del battesimo di mia nipote ho scelto di utilizzare il classico cesto di vimini, in ricordo delle belle composizioni che la nostra mamma aveva preparato per gli eventi della nostra famiglia.

La soluzione è economica e soprattutto ha mille vite.
Tutto il materiale utilizzato è stato assemblato con ago e filo in modo da poterlo scucire e riutilizzarne le singole parti per altri usi.

Avendo avuto spazio avrei volentieri tenuto il cesto così assemblato, per ricordo o solo per la fatica compiuta, ma è anche vero che tento sempre di ridare nuova vita alle cose: per economia, per fare posto senza produrre rifiuti, o solo per il piacere di ri-creare.

In pratica, il cesto lo prendete al mercatino o ne riciclate uno vecchio; con un nastro di raso potete realizzare il fiocco, su youtube trovate una marea di tutorial; con l’organza potete realizzare il soffice ripieno sistemandolo sul fondo e lasciandolo sbordare intorno gradevolmente.

Se il cesto è troppo profondo potete colmarlo con la carta crespa, prima di posizionare l’organza.

Il mio cesto Ikea, precedentemente acquistato per dei cd, dopo la parentesi cesto per le bomboniere, sta trascorrendo la sua nuova vita nel mio bagno, a contenere creme, shampoo e profumati bagnoschiuma.

Materiale utilizzato

– un cesto Ikea
– 2 metri di nastro di raso rosa
– 2 metri di organza avorio
– un po’ di carta crespa
– ago e filo

Forse ti interessa...

Un costume per Halloween

2017-10-31 07:30:58
megalis

10

Dove metti il tempo per scrivere?

2017-05-05 22:04:01
megalis

10

Esperienze di Scrittura

2017-04-27 00:00:42
megalis

10

Strumenti per scrivere un libro

2017-04-23 09:49:04
megalis

10

Il personaggio e lo stereotipo del gatto

2017-04-15 00:00:14
megalis

10

Come interpretare i personaggi di un romanzo

2017-04-08 08:48:04
megalis

10

Raccontare per immagini o con le parole?

2017-03-28 14:39:34
megalis

10

Megalis è lo pseudonimo di Giuseppina Ricci.
Nata quasi per caso in una città di mare nella primavera del millenovecentosettantatre, abito a Roma dove lavoro come consulente informatico. Scrivo perché ne sento il bisogno come dell’acqua e dell’aria, ma una sola passione non mi basta e così mi nutro di mille interessi che lascio confluire nelle mie storie. Ancestrale il richiamo della natura, dettato dalle mie origini abruzzesi, passeggiando nei boschi pratico l’arte di liberarmi del superfluo, parlare col vento è il miglior antidoto alla pagina bianca.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *